cerca in  cerca nel nostro sito












 


» ALDO TRAMMA

Aldo Tramma

 

Ha studiato con il M° Vincenzo Vitale al Conservatorio S. Pietro a Maiella di Napoli. Ha vinto numerosi premi in importanti concorsi pianistici nazionali ed internazionali (Casella, Treviso, Beethoven per la RAI ecc.) . E’ stato tra i fondatori dell’Associazione pianistica “S. Thalberg”, ha preso parte all’incisione integrale del Gradus ad Parnassum di M. Clementi per la Fonit Cetra; ha inciso con l’orchestra della Rai di Lubiana (Jugoslavia) il concerto di J. Strawinsky per un CD edito in Germania; svolge intensa attività come solista e come componente di complessi da camera nelle più diverse formazioni. Ha partecipato ai festival di musica di Spoleto, del Pontino di Fossanova, di Napoli (alle settimane Musicali) della Valle d’Itria, di Pesaro, di Parigi, ecc. Ha suonato come solista per le orchestre di S. Cecilia di Roma, della Rai di Napoli, Torino e Roma, del S. Carlo di Napoli, del comunale di Trieste, sinfonica di Bari e Lecce ecc. con direttori come Jesus Lopez Cobos, F. Caracciolo, P. Maag, Nanut, Delman  Gelmetti, Kellogg, Bour ecc. Ha effettuato numerose registrazioni radiofoniche e televisive per la Rai italiana ed estera (Jugoslavia e Svizzera). Insegna al Conservatorio Santa Cecilia di Roma. Tiene regolarmente corsi sul controllo emotivo nella prassi esecutiva. Ha creato a Roma la prima Palestra di pratica musicale strumentale sulla lettura a prima vista, la tecnica, il controllo emotivo, la memoria, l’interpretazione, per ricuperare quella intima felicità, quella gioia profonda che è premessa indispensabile nel divenire di un artista completo.

 

Tecnica, Lettura, Apprendimento, Memoria, Interpretazione.

 

Nel vastissimo panorama di corsi, stages,  masterclass che l’Italia di oggi offre agli studenti e diplomati dei nostri conservatori di musica, giovani ansiosi di conoscere “finalmente” il Maestro che sveli loro le “verità nascoste” nella pagina di musica, il M° Tramma vuole proporre ai giovani esecutori la possibilità di scoprire quelle verità  dentro di loro; vuole insegnare a sviluppare le energie giuste insieme alla pagina da eseguire; potenziare le proprie attitudini, mentali e psichiche, prima di accrescere il repertorio; suggerire di migliorare la lettura, l’apprendimento, la memoria con un atteggiamento interiore più attivo. Il tutto attraverso il controllo ed il dominio della tensione emotiva come fondamentale punto di partenza per risolvere ogni problema della prassi esecutiva. Il M° Tramma non vuole offrire formule magiche; tuttavia dopo anni di esperienze specifiche rivolte a districare il complesso rapporto tra istinto, ragione, suggestione, emozione, vuole aiutare a capire, migliorare, dominare e potenziare le proprie attitudini, partendo da un concetto che ritiene importante nell’approccio allo studio: “ non c’è vera scienza senza coscienza “ .

 

Palestra di pratica musicale

 

Il vecchio adagio “Val più la pratica che la grammatica” troppo spesso viene trascurato oggi nello studio della musica. E per pratica non si intende la continua, incessante ed insistente ripetizione di un passaggio, di un esercizio tecnico, per altro di lodevole efficacia, bensì l’acquisizione immediata di sempre nuovi e stimolanti modelli musicali, armonici, ritmici e tecnici, attraverso la lettura viva della vastissima letteratura musicale. Sotto la guida del Maestro, che volta per volta spiegherà, chiarirà, insegnerà a riflettere, incoraggiando e spronando, l’esperienza costante della pratica musicale aumenterà l’abilità, la sicurezza,la perizia dei giovani, più dell’affannosa ripetizione di pochi brani musicali. I giovani miglioreranno e potenzieranno le loro attitudini, il loro essere. I loro orizzonti si allargheranno. La loro prontezza di riflessi, le loro capacità di assimilazioni, l’amore ed il piacere per lo studio, la fiducia in se stessi, insomma tutta la loro sfera personale ed artistica se ne gioverà in maniera insospettabile. E poi Palestra vuol dire centro di vita culturale ed artistica. Incontro con altri giovani. Ascoltare, discutere, suonare insieme, in maniera viva, come era antica e naturale consuetudine dei nostri padri. La palestra di pratica musicale vuole ricuperare quell’intima felicità, quella gioia profonda che è premessa indispensabile del divenire di un artista completo. I giovani saranno spronati, incoraggiati a leggere a prima vista sotto la guida del Maestro, da soli o insieme con altri esecutori. Praticheranno un tipo di lavoro globale per la lettura, l’apprendimento e la memorizzazione della pagina di musica; impareranno così a conoscere ed assimilare più velocemente un più vasto repertorio attraverso un potenziamento delle proprie attitudini fisiche, mentali, emozionali.



archivio artisti




e-mail: info@associazionesarro.org